video sulla guinea

Parte il progetto “L’Africa raccontata dai migranti” – La Guinea

ALPHA BOIRO RACCONTA LA GUINEA

Il primo step di “L’Africa raccontata dai migranti”, un progetto di volontariato da me proposto all’interno dell’Associazione Differenze Culturali, per l’integrazione culturale

Video realizzato da:
Alpha Boiro: racconto
Dott.ssa Costanza Cino: coordinamento progetto
Damiano Mastrecchia: riprese
Alberto Dragoni: montaggio

30 NOVEMBRE 2017: la Parrocchia di S. Tommaso a Certaldo ospita “il racconto di alpha”

Il 30 novembre, alle 18.30, all’interno degli spazi della Parrocchia di San Tommaso a Certaldo si è svolto il primo incontro di “L’Africa raccontata dai migranti”, tenuto da Don Pierfrancesco Amati, Don Rolando Spinelli e alcuni rappresentanti dell’Associazione Differenze Culturali: la Dott.ssa Costanza Cino, psicologa; Giuliano Teza, referente dei CAS; Damiano Mastrecchia, operatore CAS; Alpha Boiro, richiedente asilo.

guinea-30-novembre

“L’Africa raccontata dai migranti” è il progetto che la Parrocchia di S. Tommaso e Differenze Culturali hanno deciso di inserire nel più ampio percorso di volontariato che i nostri ragazzi hanno intrapreso da qualche mese, grazie alla disponibilità di Don Pierfrancesco e Don Rolando, nonché di tutti gli altri volontari della Chiesa.

certaldo-migranti-guinea

Abbiamo dato così la possibilità ai ragazzi africani di parlare alle e con le persone dei propri ricordi, delle difficoltà incontrate nei propri paesi d’origine e dei pericoli affrontati durante il viaggio che li ha portati nella nostra terra.

certaldo-progetto-volontariatoIl primo appuntamento è stato dedicato alla Guinea. Alpha Boiro, arrivato in Italia nel 2015 e ospite di Differenze Culturali da circa un anno, ha raccontato le sue origini attraverso un video-documentario realizzato con l’aiuto dello staff dell’Associazione.
Al termine del filmato il Parroco e il Vice Parroco hanno reso possibile un momento di grande arricchimento personale attraverso lo scambio di commenti, domande e opinioni tra i partecipanti.

Questo incontro è un altro passo fatto verso la possibilità di un’integrazione culturale veicolata dal confronto, dalla condivisione e dalla conoscenza reciproca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.