PsicoStanza » Blog Archives

Tag Archives: relazione

Articoli News

Pubblicazione libro “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”

Published by:

Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare

Da oggi è possibile acquistare su ilmiolibro.kataweb.it in formato cartaceo e digitale, il libro nato dalla mia Tesi di Laurea “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”, una raccolta degli studi più recenti in merito alle relazioni tra bambini nella primissima infanzia.

 

caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolareQuesto libro nasce dalla mia tesi di Laurea Magistrale in Psicologia “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”.

Vi sono raccolti i più recenti dati empirici relativi alla comprensione e alla competenza sociale in età prescolare, epoca evolutiva a cui solo negli ultimi anni è stato volto l’interesse per un approfondimento di ciò riguarda l’ambito delle relazioni tra pari. Se si studia l’età infantile partendo dall’obiettivo di comprendere meglio quali possano essere i fattori che maggiormente contribuiscono al benessere del bambino, non si può non tener conto della dimensione sociale costituita dalle relazioni tra pari, soprattutto considerando il contributo delle neuroscienze circa l’ipotizzabile rapporto tra “dolore sociale”, cervello e disturbi psicosomatici. Inoltre non è possibile sottovalutare il fatto che l’amicizia in bambini piccoli costituisca un enorme risorsa, e che la presenza di un amico sia un fattore di protezione già nella primissima infanzia.

Blog

SOS Adolescenza – un momento delicato per genitori e figli

Published by:

genitori-adolescenza

ADOLESCENZA:

UN MOMENTO CRITICO PER GENITORI E FIGLI

“Non ti riconosco più”. E’ questa la frase che molti genitori si trovano a dire al figlio adolescente.

genitori-adolescenzaIl passaggio dall’etá infantile all’età adulta è un momento delicato dal punto di vista psicologico e relazionale, che spesso disorienta sia genitori che figli.

 

Per affrontare bene questa particolare fase dello sviluppo è necessario comprendere il cambiamento, dargli significato ed accettarlo, trovando un possibile compromesso tra i “divieti” dell´adulto che protegge e guida, e la crescente libertá richiesta dall´adolescente.

Un breve percorso di consulenza psicologica spesso basta a fare chiarezza tra le molte domande a cui genitori e figli cercano di dare una risposta; offre uno spazio per poter esprimere, riflettere ed acquisire maggiore consapevolezza in merito ai propri vissuti e a orientare il pensiero dai problemi alle soluzioni.

contatti-costanza-cino

Articoli

“Un fratello è per tutta la vita”: crescere insieme ai fratelli

Published by:

fratelli-psicologia

Per un bambino crescere insieme a fratelli e sorelle costituisce una risorsa insostituibile.

Infatti, oltre all’avere sempre “a disposizione” dei compagni di gioco, la presenza di fratelli contribuisce allo sviluppo delle competenze sociali e costituisce un fattore di protezione rispetto a eventuali problematiche familiari  e di fronte all’isolamento sociale. Inoltre, le interazioni con i fratelli offrono l’opportunità di esercitarsi nella cooperazione, nella condivisione, nella negoziazione, nella gestione della conflittualità e nel rispettare gli spazi e le differenze individuali di ciascuno.

fratelli giocoSecondo Dunn, una delle massime esperte di sviluppo infantile in campo internazionale, la partecipazione a giochi di finzione con i fratelli, costituisce per i bambini un’importante occasione di sviluppo e crescita che li avvantaggerà quando dovranno coordinarsi nei giochi con il gruppo dei coetanei.


FRATELLI ED AMICI

Continue reading

Articoli

LA NASCITA DELL’INTERSOGGETTIVITA’:
il ritmo emotivo madre-figlio

Published by:

Intersoggettività

Daniel Stern (2005) afferma che la nostra vita mentale è frutto di una co-creazione, di un dialogo continuo con le menti degli altri. Le intenzioni, i sentimenti e i pensieri di ogni persona interagiscono con quelli delle altre, creando degli spazi di intersoggettività da cui evolve la mente dell’individuo.

Uno dei punti chiave della sua prospettiva è che il saper riconoscere e decifrare l’intenzionalità sia una capacità fondamentale per l’adattamento e la sopravvivenza.

L’autore mette in risalto il fatto che ogni individuo sia costantemente alla ricerca di relazioni, più o meno profonde, con altre persone ed evidenzia come il nostro sistema nervoso appaia costruito per “agganciarsi” a quello degli altri esseri umani e per coglierne le intenzioni.

LA SINTONIZZAZIONE AFFETTIVA

Sintonizzazione AffettivaStern  spiega la capacità della diade madre-bambino di leggere reciprocamente i propri stati affettivi, attraverso il concetto di sintonizzazione affettiva. A differenza dell’imitazione comunemente intesa che riguarda i comportamenti manifesti, la sintonizzazione affettiva si riferisce a quella relativa agli stati interni, ovvero agli affetti. Essa richiede una coordinazione del “ritmo emotivo” di entrambi i membri della diade.

Continue reading

Articoli

La Teoria dell’Attaccamento – Parte 3 – “I Modelli Operativi Interni”

Published by:

Modelli Operativi Interni
I Modelli Operativi Interni (MOI) derivano dall’interiorizzazione dello stile di attaccamento di cui ha fatto esperienza l’individuo all’interno della sua relazione con il caregiver.
Essi costituiscono delle rappresentazioni mentali del mondo, di sé, della figura di accudimento e di sé-con-l’altro, ovvero della relazione. I MOI sono strutture mentali che contengono le diverse configurazioni (spaziale, temporale, causale) dei fenomeni del mondo, con la funzione di veicolare la percezione e l’interpretazione degli eventi, consentendo all’individuo di operare previsioni e crearsi aspettative sugli accadimenti della propria vita relazionale.

 

 
“Nel modello operativo del mondo che ciascuno si costruisce, una caratteristica fondamentale è il concetto di chi siano le figure di attaccamento, di dove le si possa trovare, e di come ci si può aspettare che reagiscano. Analogamente, nel modello operativo del Sé che ciascuno si costruisce, una caratteristica fondamentale è il concetto di quanto si sia accettabili o inaccettabili agli occhi delle figure di attaccamento. Sulla struttura di questi modelli complementari l’individuo basa le sue previsioni di quanto le sue figure di attaccamento potranno essere accessibili e responsive se egli si rivolgerà a loro per aiuto. E […] dalla struttura di quei modelli dipendono inoltre la sua fiducia che le sue figure di attaccamento siano in genere facilmente disponibili e la sua paura più o meno grande, che non lo siano: di quando in quando, spesso, oppure nella maggior parte dei casi.”J. Bowlby, 1973

MODELLI OPERATIVI INTERNI E SVILUPPO

Continue reading

  • EVENTI

    12 DICEMBRE ore 16.00-20.30 Dalle "Medie" alle "Superiori" Orientamento gratuito SOLO SU APPUNTAMENTO orientamento   Dal 24 Settembre 2018 DOPOSCUOLA PSICOEDUCATIVO ISCRIZIONI MENSILI SEMPRE APERTE - POSTI LIMITATI DOPOSCUOLA
    DA APRILE 2018 ANCHE PSICOLOGIA DOMICILIARE psicologia-domiciliare-fucecchio