PsicoStanza » Blog Archives

Tag Archives: amicizia

Articoli News

Pubblicazione libro “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”

Published by:

Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare

Da oggi è possibile acquistare su ilmiolibro.kataweb.it in formato cartaceo e digitale, il libro nato dalla mia Tesi di Laurea “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”, una raccolta degli studi più recenti in merito alle relazioni tra bambini nella primissima infanzia.

 

caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolareQuesto libro nasce dalla mia tesi di Laurea Magistrale in Psicologia “Caratteristiche e complessità delle relazioni tra pari in età prescolare”.

Vi sono raccolti i più recenti dati empirici relativi alla comprensione e alla competenza sociale in età prescolare, epoca evolutiva a cui solo negli ultimi anni è stato volto l’interesse per un approfondimento di ciò riguarda l’ambito delle relazioni tra pari. Se si studia l’età infantile partendo dall’obiettivo di comprendere meglio quali possano essere i fattori che maggiormente contribuiscono al benessere del bambino, non si può non tener conto della dimensione sociale costituita dalle relazioni tra pari, soprattutto considerando il contributo delle neuroscienze circa l’ipotizzabile rapporto tra “dolore sociale”, cervello e disturbi psicosomatici. Inoltre non è possibile sottovalutare il fatto che l’amicizia in bambini piccoli costituisca un enorme risorsa, e che la presenza di un amico sia un fattore di protezione già nella primissima infanzia.

Blog

IL DISAGIO DEI BAMBINI RIFIUTATI DAI COMPAGNI

Published by:

dolore-sociale-bambini

BAMBINI RIFIUTATI DAI COMPAGNI: DISAGIO E SOFFERENZA PSICOLOGICA

bambini-introversi-rifiuto-socialeIl rifiuto da parte dei coetanei può verificarsi già nella primissima infanzia ed ha un impatto che dura tutta la vita. Spesso ne sono vittima sia quei bambini che agli occhi dei compagni risultano aggressivi e prepotenti sia quelli più remissivi, insicuri ed introversi.

ll rifiuto è un fattore di rischio nello sviluppo di forme di ansia e depressione, di un basso rendimento scolastico, abbandono degli studi e comportamenti antisociali. Si associa inoltre ad una bassa autostima e a vissuti di profonda sofferenza. In molti casi il bambino risponde al rifiuto dei compagni con comportamenti aggressivi o di isolamento che anziché essere risolutivi, rinforzano il rifiuto a loro volta.

Intervenendo tempestivamente a sostegno del bambino oltre a proteggerlo dalla percezione di essere sbagliato e di non poter vivere esperienze relazionali positive con i coetanei, è possibile fornirgli strumenti necessari per sviluppare le proprie abilità sociali e per muoversi nel mondo sociale in modo più funzionale e sereno.

contatti-costanza-cino

Articoli

Socializzazione primaria e secondaria

Published by:

socializzazione

 La socializzazione si riferisce ai processi per mezzo dei quali i modelli di ciascuna società sono trasmessi da una generazione alla successiva” (Schaffer, 1998).

SOCIALIZZAZIONE PRIMARIA

socializzazione-primariaIl primo ambiente sociale che il bambino incontra è quello costituito dai suoi familiari. Genitori, fratelli, nonni e in generale tutti i parenti più prossimi, sono le persone con cui il bambino interagirà sin dai suoi primi giorni di vita. La famiglia è il sistema sociale in cui avviene il processo di socializzazione primaria.
Come suggerisce la teoria dell’apprendimento sociale (Bandura, 1977), il bambino apprende il funzionamento degli scambi sociali attraverso l’osservazione del modello proposto dai genitori ed in seguito trasferisce le modalità apprese in contesti diversi, per relazionarsi con gli altri. Continue reading

Articoli

Il gioco dei bambini tra finzione e realtà

Published by:

Il gioco di finzione

Gioco di finzioneAll’interno del gioco di fantasia si nasconde il desiderio dei bambini di esplorare e comprendere il vasto ambiente sociale e più nel dettaglio i ruoli appartenenti al “mondo dei grandi”, provando a sovvertirne le regole, adottarne i punti di vista o criticarne il comportamento. Oltre all’interpretazione di determinati eventi attraverso la creazione di storie fantastiche, i giochi di finzione sono caratterizzati dalle intense emozioni che accompagnano i protagonisti impegnati in questa drammatizzazione.

Judy Dunn sottolinea che all’età di 3-4 anni i bambini non conducono conversazioni approfondite sui loro pensieri e sulle loro sensazioni, e che sia proprio il gioco di finzione, il mezzo attraverso il quale cercano di conoscere con gli amici, di raccontarsi le rispettive paure e di esprimere ciò che invece li diverte. Inoltre è probabile che due bambini si scelgano come amici quando entrambi amano lo stesso tipo di gioco immaginario. Continue reading

Articoli

“Un fratello è per tutta la vita”: crescere insieme ai fratelli

Published by:

fratelli-psicologia

Per un bambino crescere insieme a fratelli e sorelle costituisce una risorsa insostituibile.

Infatti, oltre all’avere sempre “a disposizione” dei compagni di gioco, la presenza di fratelli contribuisce allo sviluppo delle competenze sociali e costituisce un fattore di protezione rispetto a eventuali problematiche familiari  e di fronte all’isolamento sociale. Inoltre, le interazioni con i fratelli offrono l’opportunità di esercitarsi nella cooperazione, nella condivisione, nella negoziazione, nella gestione della conflittualità e nel rispettare gli spazi e le differenze individuali di ciascuno.

fratelli giocoSecondo Dunn, una delle massime esperte di sviluppo infantile in campo internazionale, la partecipazione a giochi di finzione con i fratelli, costituisce per i bambini un’importante occasione di sviluppo e crescita che li avvantaggerà quando dovranno coordinarsi nei giochi con il gruppo dei coetanei.


FRATELLI ED AMICI

Continue reading

  • EVENTI

    12 DICEMBRE ore 16.00-20.30 Dalle "Medie" alle "Superiori" Orientamento gratuito SOLO SU APPUNTAMENTO orientamento   Dal 24 Settembre 2018 DOPOSCUOLA PSICOEDUCATIVO ISCRIZIONI MENSILI SEMPRE APERTE - POSTI LIMITATI DOPOSCUOLA
    DA APRILE 2018 ANCHE PSICOLOGIA DOMICILIARE psicologia-domiciliare-fucecchio